Biografia

Compilata da D.Petech

Nato nel 1926 nel Vietnam centrale, Thich Nhat Hanh ha preso i voti nella tradizione del buddhismo zen vietnamita all’età di 16 anni. Da sempre coltiva e insegna la pratica di consapevolezza per alimentare la felicità, la pace e la riconciliazione interiore, nella famiglia, nella comunità e nel mondo, impegnandosi attivamente in favore della pace e della nonviolenza. Martin Luther King lo ha candidato al premio Nobel per la Pace nel 1967. In quegli anni, esiliato dal suo Paese per l’attività in favore della pace, si è stabilito in Francia dove vive tuttora, nel monastero di Plum Village che ha fondato in Dordogna; per tutta la vita ha offerto ritiri di insegnamenti ma è stato anche poeta, calligrafo e studioso e ha scritto un centinaio di libri, diffusi in tutto il mondo.

Pur attingendo alle fonti sanscrite e cinesi e dando il massimo valore al messaggio originario del Buddha, ha rinnovato la tradizione portandone gli insegnamenti nella vita concreta e quotidiana. Lo ha fatto a partire dall’intuizione del Buddhismo impegnato, concretizzato nell’aiuto alle popolazioni rurali del Vietnam devastato dalla guerra, fino ai tanti ritiri offerti in tutto il mondo anche specifici per reduci di guerra, psicologi, insegnanti, artisti, poliziotti, politici e scienziati, fino alla fondazione di due Istituti di Buddhismo Applicato, quello europeo in Germania (EIAB) e quello asiatico, a Hong Kong (AIAB).

Con straordinaria energia vitale si è ripreso dall’ictus che l’ha colpito nell’ottobre 2014; gli insegnanti da lui ordinati e la sua fiorente comunità monastica e laica incarnano e trasmettono i suoi insegnamenti in ritiri frequentatissimi a Plum Village, nei sei monasteri da lui fondati nel mondo, nei tanti Centri di Pratica come nelle piccole comunità laiche di pratica a livello locale.