giovedì 30 Maggio 2019
0:00

Vivo d’Orcia

Nel sud della Toscana camminiamo sulle pendici del Monte Amiata, la “montagna Madre” sacra ai nostri antenati etruschi e dimora di santi ed eremiti. Il più alto vulcano dormiente d’Italia, sprigiona calore ed energia e ci regala acque benefiche che scorrono nelle sue vene. Possiamo immergerci nelle vasche termali di Bagni San Filippo. Attraversiamo castagneti e faggete ricevendo l’inesauribile nutrimento della natura che risuona con la natura in noi. Esploriamo il manto vivo e accogliente della terra e sentiamo con Thoreau che “il paradiso è sotto i nostri piedi oltre che sopra la nostra testa”. Aperti a ripensare i piedi, quel “capolavoro di ingegneria e opera d’arte” di cui ha scritto Leonardo da Vinci, scopriamo nuovi modi di percepire e ascoltare il paesaggio, liberando così la loro innata capacità di farci comunicare con l’energia terapeutica della terra. Arriviamo così nel Giardino di Daniel Spoerri dove la creatività umana si fonde con la grande opera d’arte che è la natura.
 
Quando cammini, arriva ad ogni passo. E’ questa la meditazione camminata, nient’altro che questo. – Thich Nhat Hanh
 
Un ritiro in cammino è un tempo dedicato a ritrovare stabilità, calma, chiarezza, leggerezza nel cuore, nella mente, nel corpo. Nello spirito di un ritiro di meditazione la giornata é scandita dalla pratica di consapevolezza. Ci ancoriamo al momento presente, al nostro respiro, quando sediamo, mangiamo, riposiamo, camminiamo accompagnati da esercizi che amplificano la percezione e indirizzano l’attenzione. Nutriti dalla bellezza della natura sentiamo ammirazione e gratitudine. Ci arricchiamo anche della pratica del gruppo e facciamo l’esperienza dell’essere distinti e al contempo “un solo corpo”.
 
Accompagnati da Anita Constantini mamma, scultrice, guida ambientale, innamorata della bellezza della natura e del camminare in consapevolezza. Ha incontrato Thich Nhat Hanh nel 1992 e nel 2005 ha ideato e realizzato il primo ritiro in cammino con le sorelle della Comunità monastica di Plum Village nelle Dolomiti.
 
Durata: 4 giorni, 3 notti
 
Impegno:  Camminiamo 4/5 ore al giorno con zaino leggero su sentieri boschivi tra i  500m e 1500m di altitudine. percorsi di 13km circa e dislivelli in media di 500m.
 
Ospitalità in un’unico B&B con sistemazione in camere doppie o triple.
Pasti vegetariani: pranzo al sacco, cene in casa.
 
Arrivo: Ritrovo a Vivo d’Orcia giovedì 30 maggio ore 16.00.
Partenza: da Vivo entro le ore 15.00 di domenica 2 giugno.
 
Informazioni e iscrizioni: 
Anita 339 60 75 288 – anitaconstantini@icloud.com
Con il sostegno dell’Associazione Essere Pace